Post in evidenza

Ebook Shien su Amazon!

Non perdere questa occasione! L'ebook Shien a meno di 1€! SCARICALO SUBITO! Estate 1926 “Catherine Smorth è in vacanza e decid...

sabato 22 luglio 2017

Catena di lettura "SHIEN" su aNobii

Ho iniziaro su aNobii una catena di lettura per il mio libro "Shien".

Il libro è registrato su bookcrossing.com. Avrei piacere che, chi lo riceve in lettura, inserisse il codice del libro sul sito e aggiungesse il suo commento e dove si trova. (non serve registrarsi).
http://www.bookcrossing.com/
 
Il libro inviato in catena è la copia cartacea, che può essere spedito comodamente ed economicamente con l'opzione postale "Pieghi di libri".

Per partecipare scrivimi tramite il form qui a destra.

Grazie a chi sarà interessato!

mercoledì 19 luglio 2017

XXX Premio Italo Calvino e i suoi finalisti

Reputo il Premio Italo Calvino un concorso di prestigio e famoso.
Ora, leggendo gli estratti e le schede di lettura di quest'anno, mi è tornato il solito dubbio: si premia il solito romanzo "impegnato", introspettivo, magari un romanzo Pierrot oppure un bel romanzo con una trama originale, magari leggero, spensierato, ironico? 
Beh se devo essere sincera a leggere gli estratti mi sono annoiata. Non ci trovo niente di speciale.
Riassuntino in breve:
-"L'anima femmina": non so se l'estratto è l'incipit o un brano scelto per qualche oscura ragione, a ogni modo non ho capito niente! L'incontro della tipa, timida e imbranata (cominciamo bene) con l'avvocato attempato non ha né capo né coda. Perché si sono incontrati? Perché lui le fa tutte quelle domande? Boh, non si capisce e la scheda di lettura, invece di chiarire un po' il nocciolo della questione incensisce il romanzo senza spiegare. Ps: è il romanzo vincitore...
-"Le lettere dal carcere di 32B": l'estratto inizia con "Mia creatura marina..." Cioè cosa!? Immagino si riferisca alla donna amata, all'amante... a me ha fatto ridere (e non poco). Magari sono le lettere di un pazzo, avrebbe senso. La scheda di lettura mi dà ragione tuttavia l'estratto non mi ha entusiasmato quindi no, non mi interessa conoscere il finale "a sorpresa".
-"Città assediata": incipit che descrive un bambino che cerca di picchiare un cane ma alla fine lo grazia. Il motivo? Doveva andarsene... Scommetto che qualche gruppo animalista avrebbe qualcosa da ridire (povera bestiola). Dalla scheda di lettura si capisce che il ragazzino protagonista viene cacciato di casa e vagabonda in giro. Una storia (sembra, non si capisce dalle prime pagine) cruenta e desolante. Voglia di leggerlo pari a zero. (Se voglio storie cruente mi basta il TG grazie).
-"Alla cassa": brano che parla all'inizio dei mostri dell'infanzia e poi racconta del mondo delle scommesse. Niente di che (a parte quel fastidioso "la mia animuccia").
-"Le tigri del Gocèano": storia di un uomo e del banditismo in Sardegna. La struttura dei dialoghi è lasciata all'interpretazione senza l'uso dei caporali, virgolette o della più banale linea. Non si capisce chi parla e chi risponde. Se il libro è scritto tutto così meglio lasciar perdere. 
-"Il regno": brano intimista di una ragazza... Non capisco cosa c'entra il titolo (e non l'hanno capito neanche quelli del Calvino). Comunque il libro parla delle vicissitudini della protagonista tra amori, lavoro e pseudo religiosità.
-"Presunzione": brano che parla dello zio del protagonista. Dalla scheda di lettura si deduce che il romanzo è ambientato nella Campania camorristica e tratta la storia di una famiglia borghese. Mi ricorda il film di Pif sullo stesso tema. Dove è l'originalità?! Io non la vedo. 
-"La fine dell'estate": il brano non mi ha incuriosito e mi ha ricordato un film (di cui non ricordo il titolo) con due ragazzini che trovano una macchina della polizia incustodita e decidono di usarla. Il solo fatto che un testo mi faccia ricordare un film o un altro libro non lo reputo di grande interesse. 
-"Jimmy lamericano": romanzo storico con una storia d'amore intensa. Il brano mi ha convinto e la trama sembra interessante. Di tutti i finalisti questo è il migliore. 



martedì 27 giugno 2017

Segnalazioni

Il romanzo Shien è segnalato sul blog IL GIALLISTA e SCRITTOLETTORE.

Il booktrailer è stato caricato sul canale Youtube del blog il Giallista.

mercoledì 21 giugno 2017

Booktrailer del romanzo Shien

Ecco qui il booktrailer del romanzo Shien:



A breve pubblicherò a puntate gli episodi della Visual Book dedicati al mio romanzo, sempre su youtube.

Stay tuned!

venerdì 21 aprile 2017

Ebook Shien su Amazon!

Non perdere questa occasione! L'ebook Shien a meno di 1€!




Estate 1926
“Catherine Smorth è in vacanza e decide di soggiornare da suo fratello Filip che vive e lavora come botanico in una piccola isola indonesiana chiamata Shien.
Durante il suo soggiorno sull'isola Cat farà nuove amicizie e trascorrerà delle giornate indimenticabili, condite da disavventure e colpi di scena, sullo sfondo di una natura ancora per lo più selvaggia e inospitale”.

Immergiti nell'atmosfera esotica di un'isola indonesiana in cui tutto può accadere!


Sono tanti e vari i personaggi che s’incontrano durante la lettura di “Shien”. Ognuno di loro appare così com’è, senza maschere, mostrando le proprie debolezze e soprattutto i propri sentimenti di amore e gelosia che li condurranno all’antagonismo. recensionelibro.it

Come in un romanzo di formazione, Cat e gli altri personaggi, affrontano i primi innamoramenti e tante avventure quotidiane (positive e negative). Tali avventure contribuiscono alla loro crescita e maturazione, facendo loro capire l’importanza di essere sinceri, non solo con gli altri, ma innanzi tutto con sé stessi riguardo le proprie idee e i propri desideri. sololibri.net

lunedì 23 gennaio 2017

"I Buddenbrook" di Thomas Mann

INIZIO del mese: leggere questo libro di 464 pagine in un mese è forse un'impresa, se hai altri impegni e una vita sociale. Ho deciso comunque di provarci.
Avendo già letto un libro dello stesso autore sono sicura che comunque sarà un libro piacevole.

A META' libro: devo dire che le aspettative fino a ora sono un po' alte, infatti ci sono troppe descrizioni e la narrazione è un po' lenta. I fatti della storia tendono a essere un po' troppo prevedibili (la protagonista si innamora del ragazzo borghese che conosce in villeggiatura... scontato).
Spero in una svolta imprevista nella storia. 

A lettura completata posso dire che è un libro lento e a tratti noioso. Le vicende potevano essere sintetizzate e la trama alleggerita. A metà pensavo che la protagonista fosse al centro del romanzo ma purtroppo mi sbagliavo. Essendo una saga familiare l'autore ha pensato bene di descrivere con novizia di particolari la vita di tutti i membri della famiglia. Anche se l'intento è lodevole il risultato non mi ha soddisfatto. Penso che, se si fosse focalizzato su due personaggi principali, tralasciando le vicende degli altri, il romanzo sarebbe stato a mio dire molto più interessante.